Dettagli

 


 

 

 


   


Ragazzi e Ragazze, Poche righe per invitarvi ad essere sempre liberi e curiosi, a coltivare il vostro talento. Spero che questo portale possa aiutarvi a trovare le informazioni giuste per le vostre scelte.

Seguite le vostre passioni, individuate il vostro percorso di studi e fatelo presto. Solo così potete essere gli architetti del vostro futuro.

Orientamento               Maria Chiara Carrozza                                                                      


Carta dello Studente

A partire dal 2008, il Ministero dell'Istruzione, dell'Universita e della Ricerca distribuisce a tutti i frequentanti il I anno degli istituti secondari superiori, la "Carta dello Studente", il badge nominativo che consente ai ragazzi di attestare il proprio status di studente, in Italia e all'estero, e ottenere numerose agevolazioni per l'accesso alla cultura.


 

Frequenza scolastica e limite assenze

Scuola secondaria di secondo grado
Ai fini della validità degli anni scolastici - compreso l’ultimo anno di corso - per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale di ciclo. 

Circolare n. 34 del 3 ottobre 2017


Riferimento normativo: Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009 n. 122, art. 14, comma 7.


Credito scolastico e credito formativo

Il credito scolastico tiene conto del profitto strettamente scolastico dello studente, il credito formativo considera le esperienze maturate al di fuori dell’ambiente scolastico, in coerenza con l’indirizzo di studi e debitamente documentate.

CREDITO SCOLASTICO
                                    ................................................................................

 
Per i candidati interni l’attribuzione si basa sulla seguente tabella:

candidati esterni sostengono l’esame preliminare in presenza del Consiglio di classe, il quale stabilisce preventivamente i criteri di attribuzione del credito scolastico e formativo.

CREDITO FORMATIVO
E’ possibile integrare i crediti scolastici con i crediti formativi, attribuiti a seguito di attività extrascolastiche svolte in differenti ambiti (corsi di lingua, informatica, musica, attivita’ sportive); in questo caso la validita’ dell’attestato e l’attribuzione del punteggio sono stabiliti dal Consiglio di classe, il quale procede alla valutazione dei crediti formativi sulla base di indicazioni e parametri preventivamente individuati dal Collegio dei Docenti al fine di assicurare omogeneita’ nelle decisioni dei vari Consigli di Classe, e in relazione agli obiettivi formativi ed educativi propri dell'indirizzo di studi e dei corsi interessati. Il riconoscimento dei crediti formativi viene riportato sul certificato allegato al diploma.

Riferimenti normativi: 
DPR 22 giugno 2009, n. 122, art. 6. comma 2;
Decreto Ministeriale 16 dicembre 2009 n. 99
Decreto Ministeriale 24 febbraio 2000 n. 49;
Decreto Ministeriale 10 febbraio 1999, n. 34, art. 1.


 

 

   

Circolari  

   

Albo  

   

Polo Tecnico Prof.le  

   

Operazione trasparenza  

   

Area Riservata  

   
© 2014-IPSSEOA Via G. Leopari, 4 - 88068 Soverato - Tel. 096721369 - PEC czrh04000q@pec.istruzione.it - C.F. 84000690796 - (Web Master R.D.)